ASSOCIAZIONE FESTIVAL ITALIANI DI CINEMA

Incontro | Il cinema di qualità in Italia: dall’ideazione alla sala

Il cinema di qualità in Italia: dall’ideazione alla sala

martedì 5 settembre ore 10,30 – Spazio Istituto Luce
Hotel Excelsior – Lido di Venezia

Martedì 5 settembre 2017 alle ore 10.00 presso l’Hotel Excelsior ‎(sala dell’Istituto Luce), nel quadro della 14° edizione delle Giornate degli Autori‎, le principali associazioni che si identificano in quel cinema italiano di qualità, pensato, realizzato, distribuito e proiettato sul grande schermo al di fuori delle logiche dei broadcast, si ritroveranno al Lido di Venezia per ‎confrontarsi su cosa accadrà a questo importante segmento del settore, che sempre di più trova accoglienza nei grandi festival internazionali, ma non raggiunge in pari misura il suo pubblico.

L’incontro intitolato “Il cinema di qualità in Italia: dall’ideazione alla sala è organizzato dall’Associazione Nazionale Autori Cinematografici‎ (ANAC), assieme alla Federazione Italiana Cinema d’Essai (FICE) e con l’adesione di WGI (Writers Guild Italia), AGICI (Associazione Generale Industrie Cine-Audiovisive Indipendenti), CNA CINEMA, SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani), AFIC (Associazione Festival Italiani di Cinema), CNC (Centro Nazionale del Cortometraggio). Ha aderito inoltre anche ACEC (Associazione Cattolica Esercenti Cinema).

In particolare si affronterà il tema primario delle risorse, a partire dalla necessità di trasferire i costi fissi di alcuni enti pubblici – tra cui ‎Istituto Luce, Biennale Cinema e Centro Sperimentale di Cinematografia, che attualmente gravano sul plafond dei sostegni selettivi – sulle spese generali del Mibact, soluzione che, tra l’altro, era già stata presa in considerazione dallo stesso Ministro, Dario Franceschini. Da parte delle associazioni sarà indirizzata l’ennesima specifica richiesta proprio al Ministro, affinché si provveda in tal senso nella prossima Legge di Stabilità. Questioni di pari rilevanza  sono quelle relative all’analisi del rispetto del criterio dell’“eccezione culturale” dei decreti attuativi attesi proprio nei giorni della Mostra, alla nomina dei cinque esperti che assegneranno le risorse, alle modalità attraverso le quali sarà definita la qualifica di film e di sala d’essai e, infine, alle caratteristiche dei futuri bandi per l’attribuzione dei sostegni selettivi.

Le associazioni attendono infine la decisione del Ministro Franceschini in merito al peso dei criteri artistico-culturali nel calcolo dei sostegni automatici, la cui rilevanza è stata positivamente fissata dalla DG Cinema al 70% in una prima bozza di decreto.

Introduzione di Francesco Ranieri Martinotti (ANAC) e Domenico Dinoia (FICE)
Interverranno autori e professionisti del cinema italiano‎.

 

Che ne pensi?