ASSOCIAZIONE FESTIVAL ITALIANI DI CINEMA

Nominata la commissione per i contributi ai festival cinematografici

cinema-audience-2

Sul sito della Direzione Generale Cinema del MiBACT sono stati resi noti i nomi delle commissioni incaricate di valutare le richieste di contributi alle attività e iniziative di promozione cinematografica e audiovisiva. Il documento è visualizzabile a questo link.

Nello specifico, la commissione che si occuperà di valutare l’erogazione di contributi a festival, rassegne e premi di rilevanza nazionale e internazionale e alle attività di diffusione della cultura cinematografica (circoli, associazione nazionali e sale) sarà composta da:

Giovanna Gagliardo
Marina Giovannini
Guia Loffredo
Gianfranco Rinaldi
Francesca Rossini

La commissione, prevista all’articolo 6 del bando relativo alla concessione di contributi per lo sviluppo della cultura cinematografica e audiovisiva in Italia (link), è stata individuata attraverso una manifestazione di interesse della DGC con scadenza lo scorso 15 gennaio (link); composta da persone di “comprovata esperienza nel settore della promozione della cultura cinematografica, nel rispetto del principio dell’equilibrio di genere” che opereranno “senza oneri a carico della finanza pubblica”, resta in carica due anni e i suoi membri possono essere riconfermati consecutivamente solo una volta.

In una nota, il Presidente dell’AFIC, Chiara Omero Valenti, ha dichiarato: “L’AFIC apprende con sollievo che è stata finalmente nominata la commissione di valutazione delle richieste di contributi alle attività e alle iniziative di promozione cinematografica e audiovisiva. L’Associazione auspica che i componenti vengano messi nelle condizioni di essere operativi fin da subito e che gli stessi si rendano conto delle difficoltà in cui versano tutti coloro che di promozione si occupano in Italia. Per quanto riguarda i Festival, le Rassegne e i Premi ci auguriamo che vengano prese delle decisioni in merito ai contributi 2017 quanto prima poiché molte delle Associazioni che li organizzano sono in questo preciso momento in gravi difficoltà economiche e, soprattutto, nella totale incertezza di un contributo per l’attività già svolta nel 2017.”

Che ne pensi?